Prestiti a cattivi pagatori e protestati IBL

prestiti cattivi pagatori e protestati IBL rappresentano una soluzione di finanziamento per tutti coloro che hanno avuto nel passato recente alcuni disguidi finanziari, e si trovano adesso con restrizioni nell’accesso al credito pur avendo bisogno di liquidità per realizzare i propri progetti. Come di norma per istituti di credito e società finanziarie che operano sul mercato, queste restrizioni  possono essere aggirate principalmente da chi possiede un reddito da lavoro dipendente o pensione, che sia quindi dimostrabile per rientrare nei parametri di rischio circa la solvibilità del rimborso, che viene effettuata attraverso la cessione del quinto dello stipendio o dell’assegno previdenziale. I prestiti cattivi pagatori e protestati IBL hanno pertanto a che fare principalmente con questa soluzione di finanziamento, ma in questa guida dettagliata proveremo ad esplorare tutte le strade possibili per un finanziamento a coloro che sono stati segnalati negli appositi registri, comprese le più difficili e complicate.

La cessione del quinto IBL

La cessione del quinto IBL è riservata a lavoratori dipendenti e pensionati che possono presentare un reddito dimostrabile ed ottenere quindi prestiti per protestati e cattivi pagatori attraverso questa modalità. Per presentare la domanda ci si può presentare in una qualsiasi filiale oppure prenotare un appuntamento attraverso il form della pagina del sito ufficiale, e la banca provvederà ad aprire l’istruttoria e a fornire risposta entro pochi giorni al massimo. La cessione del quinto è una formula di finanziamento che prevede

una rata mensile di ammortamento che non può superare il 20 per cento degli introiti complessivi, e viene trattenuta direttamente dal datore di lavoro o ente pensionistico e versata alla finanziaria per il rimborso, senza il ricorso a bollettini.

I vantaggi della cessione del quinto

Abbiamo parlato di fase istruttoria prima di ottenere l’assenso, ma invero uno dei vantaggi della cessione del quinto è l’alta probabilità di avere una risposta positiva alla richiesta, giacché un contratto di lavoro a tempo indeterminato, o un assegno pensionistico di importo sufficiente rappresentano un buon margine di tutela per l’istituto di credito, e ciò vale anche per i protestati e i cattivi pagatori. Sono diversi comunque gli aspetti peculiari della cessione del quinto, che riportiamo sinteticamente in questo elenco:

  • Durata del piano di ammortamento fino a 120 mesi
  • Zero spese di intermediazione con erogazione diretta del finanziamento
  • Erogazione entro 48 ore al massimo
  • Firma singola
  • Protezione di una polizza assicurativa in caso di decesso anticipato o perdita d’impiego
  • Possibilità di rinnovo anticipato della cessione
  • Possibilità di richiedere la cessione anche con altri prestiti in corso o disguidi
  • Estinzione anticipata con recupero degli interessi non maturati

Chi può richiederla?

Dalla cessione del quinto sono esclusi i lavoratori autonomi, che non possono presentare un reddito dimostrabile: la cessione del quinto IBL è riservata invece a:

  • Dipendenti statali
  • Dipendenti privati a tempo indeterminato
  • Dipendenti privati a tempo determinato
  • Pensionati entro un limite di età prefissato

Il limite di età dei pensionati influenza anche il periodo di ammortamento, giacché l’estinzione del finanziamento deve avvenire entro gli 85 anni. Per quanto riguarda invece i lavoratori,

la cessione del quinto IBL Banca è un prestito dedicato principalmente ai lavoratori dipendenti di ruolo e con contratto a tempo indeterminato. Possono richiederla anche i dipendenti a tempo determinato purché il piano di rientro non superi il termine del contratto lavorativo.

I costi connessi al finanziamento

Dal punto di vista dei costi correlati al finanziamento, ecco quali sono le voci di costo che bisogna tenere presente quando si vuole sottoscrivere la cessione del quinto con IBL:

  • TAN, Tasso Annuo Nominale: rappresenta il tasso di interesse applicato all’importo lordo del finanziamento ed espresso in valore percentuale e su base annua. Non vi rientrano le spese accessorie
  • TAEG, Tasso Annuo Effettivo Globale: è il tasso di interesse che rappresenta il costo complessivo del finanziamento a carico del cliente e che tiene conto, oltre che degli interessi calcolati, di tutti gli altri oneri finanziari correlati
  • Oneri erariali: tasse e imposte dovute per legge
  • Spese di istruttoria: sono i costi relativi alla valutazione e gestione della domanda che la banca sostiene nella fase iniziale di erogazione del prestito

Esempi di cessione del quinto

Il punto di forza della cessione del quinto IBL, che si presenta anche come prestito a protestati e cattivi pagatori, è la cosiddetta rata bassotta, applicata a tutti i prodotti di prestito dell’istituto di credito, è che presenta sostanzialmente tassi di interesse inferiori alla media di mercato: in questa tabella riassuntiva riportiamo alcuni esempi di cessione del quinto dello stipendio con rata bassotta, a seconda di vari importi richiedibili:

ImportoRata BassottaAmmortamentoTAN FissoTAEG Fisso
€ 5.000€ 14936 mesi4,45%4,72%
€ 10.000€ 22948 mesi4,60%4,82%
€ 20.000€ 215120 mesi4,50%5,42%
€ 34.000€ 377120 mesi5,25%6,14%

La durata della restituzione del finanziamento parte da 24 mesi per raggiungere il limite massimo delle 120 mensilità, con importi massimi richiedibili che non superano i 60.000 euro. In ogni caso si può usare il simulatore on line per calcolare la rata del proprio prestito con cessione del quinto oppure richiedere direttamente in filiale un prospetto con tutte le possibili soluzioni di cessione del quinto regolando rata e piano di ammortamento.

La documentazione da presentare

Per avviare la fase istruttoria è necessario presentare una serie di documenti personali e di reddito, mentre per avvisare il datore di lavoro o l’ente pensionistico dell’avvenuta cessione del quinto ci pensa direttamente IBL Banca come accade normalmente quando si istruisce la pratica di cessione del quinto. La documentazione da presentare comprende:

  • Documento di identità
  • Codice fiscale o tessera sanitaria
  • Ultime due buste paga per i lavoratori dipendenti
  • Ultimi due cedolini della pensione per i pensionati
  • CUD e certificato di pensione

Prestito con delega

Il Prestito con delega IBL è un finanziamento dedicato esclusivamente a lavoratori dipendenti di ruolo e con contratto a tempo indeterminato, ma c’è di buono che è aperto anche a coloro che hanno in corso altri tipi di finanziamento, e soprattutto a coloro che hanno in corso o hanno avuto disguidi finanziari, finendo nell’elenco dei protestati o dei cattivi pagatori. Questa tipologia di finanziamento

è chiamata anche doppio quinto e doppia cessione del quinto in quanto permette di superare il limite fissato nella cessione normale, arrivando a raggiungere i due quinti dello stipendio, per un importo non superiore al 40 per cento dell’importo complessivo. La rata mensile è prelevata anche in questo prodotto direttamente dallo stipendio del richiedente, e il piano di ammortamento può essere esteso fino a un massimo di 120 rate mensili, con un importo che si mantiene fisso e costante nel tempo. 

Caratteristiche del prestito delega IBL

Ecco in sintesi le caratteristiche principali di questo prestito cattivi pagatori e protestati IBL:

  • Durata del piano di ammortamento compreso tra 24 e 120 mensilità
  • Rata comprensiva di tutte le spese non può superare i due quinti dello stipendio
  • Copertura assicurativa prevista per legge contro il rischio vita ed il rischio impiego del cliente che viene assunta da una compagnia assicurativa convenzionata con IBL
  • Il finanziamento può essere rinegoziato anticipatamente recuperando gli interessi non maturati
  • Istruttoria curata da un consulente filiale IBL dall’inizio alla fine
  • Modalità di erogazione tramite assegno oppure bonifico bancario

Ricordiamo in ultimo che il prestito con delega di pagamento può coesistere con altre trattenute in busta paga purché la somma delle trattenute non superi il 50 per cento dello stipendio netto.

Saldarate IBL, il prestito consolidamento

Come tutti i principali istituti di credito e società finanziarie, anche IBL propone lo strumento finanziario del consolidamento debiti per tutti i clienti che vogliono pagare una sola rata per tutti i debiti in corso che si hanno, anche con altre finanziarie. Il saldarate IBL può rientrare anche come cessione del quinto, chiedendo liquidità aggiuntiva sotto questa forma, per cui può risultare come soluzione di prestito per protestati e cattivi pagatori. Le sue caratteristiche sono le consuete del consolidamento debiti, ovvero:

  • Una rata più leggera e sostenibile allungando il periodo di ammortamento
  • Finanziamento unico che riunisce tutti i prestiti estinguendo gli altri debiti
  • Possibilità di richiedere liquidità aggiuntiva

Il Saldarate IBL presenta un vantaggio concorrenziale rispetto ad altri consolidamenti debiti offerte da banche e finanziarie, ovvero un tasso di interesse più basso a confronto con la media di mercato, considerando che solitamente il consolidamento debiti ha TAN e TAEG più elevati rispetto a un prestito personale classico o la cessione del quinto. E invece IBL riesce a contenere i tassi anche nel consolidamento debiti rendendo questo Saldarate uno strumento indubbiamente comodo e vantaggioso, anche per coloro che sono stati segnalati nel Crif o nel Registro dei Protesti. Dunque nel Saldarate abbiamo rate e tassi fissi comprensivi di tutte le spese, possibilità di dilazionare la durata fino a 120 mesi, nessuna garanzia ipotecaria richiesta, e dove possibile, un servizio gratuito di estinzione dei precedenti finanziamenti.

Prestiti per lavoratori autonomi IBL

Senza la garanzia della busta paga o del cedolino della pensione, è molto difficile ottenere  prestiti cattivi pagatori e protestati IBL per i lavoratori autonomi, che in condizioni normali potrebbero accedere a un prestito personale con Rata Bassotta presentando il Modello Unico, ma in caso di segnalazione nei vari archivi dati consultati dagli istituti di credito in fase di istruttoria è quasi impossibile ottenere credito sotto questa via. recandosi in filiale si può provare a vedere se è possibile ottenere un prestito con garante: magari, soprattutto se si è alla prima segnalazione come protestati o cattivi pagatori, oppure si è stati inseriti per errore o procedimento illegittimo e si è in attesa di cancellazione, si potrebbe aprire qualche spiraglio. In ogni caso per ottenere una fideiussione

è importante che il garante terzo che figura come coobbligato dimostri un’affidabilità creditizia dalla reputazione impeccabile, e un reddito certo e dimostrabile sufficiente per far ottenere un capitale al richiedente principale, magari si può provare a richiedere anche un finanziamento di lieve entità che farebbe diminuire i rischi d’impresa alla banca. 

Conclusioni

IBL Banca risulta essere uno degli istituti di credito più convenienti per coloro che cercano finanziamenti anche da protestati e cattivi pagatori, giacché i tassi di interessi applicati sono molto convenienti, mediamente più bassi rispetto a quanto offre la concorrenza sul mercato, a maggior ragione per i segnalati che solitamente hanno difficoltà di accesso al credito a costi competitivi.

Indubbiamente ottenere prestiti cattivi pagatori e protestati IBL è più semplice se si ha un reddito dimostrabile, come può essere un contratto di lavoro a tempo indeterminato o l’assegno previdenziale che non sia quello di invalidità o sociale, mentre per chi è un lavoratore autonomo con disguidi finanziari passati, il solo suggerimento che ci sentiamo di fornire per coloro che volessero rivolgersi a IBL è provare a chiedere se è possibile ottenere un prestito con l’ausilio di un garante dalla solida reputazione creditizia. Ottimi tassi di interesse si registrano anche per il prestito con delega di pagamento e il consolidamento debiti, dimostrando come IBL risulti essere, almeno per coloro che possono accedere al credito pur da protestati o cattivi pagatori, una delle migliori soluzioni possibili, con vantaggi rispetto alla concorrenza in termini di costi complessivi di rimborso e una rata mensile molto allettante grazie alla formula nota come “Rata Bassotta”.

Ti è piaciuto il post?