Prestiti facili a cattivi pagatori e protestati: come ottenerli e le finanziarie

Può sembrare quasi un ossimoro, un controsenso, parlare di prestiti facili a cattivi pagatori e protestati, essendo ben note le difficoltà e le restrizioni di accesso al credito per coloro che sono stati segnalati nei registri del circuito finanziario a causa di disguidi nel recente passato. Possiamo senz’altro dire che vi sono modalità di finanziamento e tipologie di società finanziarie che consentono con maggiore semplicità di ottenere un capitale, magari anche di piccolo importo, ed anche con una certa rapidità se ci si rivolge agli istituti on line, che operando attraverso il web consentono di diminuire sia i costi del finanziamento che le tempistiche della fase istruttoria. Se volete sapere tutto sui prestiti facili cattivi pagatori e protestati, ovvero come ottenerli senza troppi problemi e le finanziarie che li erogano, proseguite nella lettura della nostra guida dedicata all’argomento.

Prestiti facili, quali soluzioni?

Parlando di prestiti facili per cattivi pagatori e protestati, ciò che le società finanziarie e gli istituti di credito possono proporre a chi ha avuto disguidi finanziari sono essenzialmente due tipologie di finanziamento, ovvero

  • Cessione del quinto
  • Prestito cambializzato

Il primo finanziamento si presta ad essere erogato ai lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato con contratto a tempo indeterminato (e con alcune limitazioni anche a chi ha un contratto a tempo determinato), e ai pensionati: in questa casistica di prestito possono rientrare anche il consolidamento debiti sempre mediante cessione del quinto, e la delega di pagamento per i lavoratori dipendenti. Al contrario il prestito con cambiali, pur essendo aperto a qualsivoglia categoria di soggetto, è la soluzione facile per lavoratori autonomi, liberi professionisti e in generale tutti coloro che non hanno una busta paga ad presentare come garanzia di reddito. Vediamo in dettaglio come funzionano entrambe queste tipologie di finanziamento.

Cessione del quinto

Iniziamo la nostra disamina sui prestiti facili cattivi pagatori e protestati con la cessione del quinto, una tipologia di finanziamento riservata a lavoratori dipendenti e pensionati. Si tratta di un prestito non finalizzato all’acquisto di un bene specifico, e pertanto non necessita di alcun giustificativo di spesa al momento di inoltro della domanda di credito, presenta un tasso fisso per tutta la durata del finanziamento, e si caratterizza per la particolare modalità di rimborso, per cui la rata mensile di ammortamento non può superare un quinto dell’importo totale della propria retribuzione da stipendio o pensione netta mensile. Gli enti finanziari concedono facilmente la cessione del quinto anche ai cattivi pagatori e a coloro che hanno subito protesti poiché

la rata mensile attraverso cui si provvede alla restituzione del capitale ottenuto più gli interessi avviene mediante una trattenuta diretta, effettuata  in busta paga o sul cedolino pensione dal datore di lavoro, nel caso dei dipendenti, o dall’ente pensionistico, nel caso dei pensionati, che versano il dovuto agli istituti di credito e alle società finanziarie, le quali così non devono temere un mancato saldo delle rate. Possono esserci tassi di interesse, in particolare il TAEG, leggermente superiori per protestati e cattivi pagatori, dovuti alla presenza di un’assicurazione obbligatoria da sottoscrivere, ma in generale non vi sono difficoltà ad erogare un prestito in presenza di busta paga con contratto a tempo indeterminato, oppure in presenza di un assegno previdenziale. 

Riassumendo, le caratteristiche principali della cessione del quinto sono:

  • Trattenuta diretta della rata sullo stipendio o pensione
  • Importo della rata che non può superare un quinto dello stipendio o pensione
  • Durata di ammortamento compresa tra 24 e 120 mesi
  • Nessun garante richiesto
  • Nessun giustificativo di spesa
  • Copertura assicurativa (obbligatoria per pensionati e cattivi pagatori)

Prestito con cambiali

Chi non ha una busta paga o un assegno previdenziale da presentare a garanzia del credito ha molte difficoltà ad accedere a un finanziamento: pertanto la soluzione di prestito facile per cattivi pagatori e protestati in tali frangenti diventa necessariamente il prestito cambializzato o cambiario che dir si voglia, che prevede non più le classiche rate di ammortamento ma appunto titoli di credito, note come cambiali, debitamente firmate e vidimate da un bollo, con apposta una data di scadenza, che consente all’ente finanziatore di pignorare i beni del debitore in caso di mancato saldo di quanto pattuito. Mediamente

attraverso un finanziamento con cambiali si possono ottenere fino a 50.000 euro, ma la convenienza a stipulare tale tipologia di prestito è correlata ai costi, più elevati di un finanziamento classico, ed anche alle effettive capacità di rimborso,per cui potrebbe essere utile richiedere una cifra inferiore o in ogni caso più sostenibile, evitando così di vedersi pignorati i propri beni o il patrimonio. 

Le caratteristiche peculiari del prestito cambializzato sono:

  • Facilità di erogazione anche per lavoratori autonomi e disoccupati (con garante) con disguidi
  • Concessione della somma di denaro entro 24/48 ore
  • Possibilità di posticipare il pagamento previo accordo con l’ente creditore
  • TAN e TAEG più elevati della media di mercato
  • Copertura assicurativa (molto spesso obbligatoria)

Dopo aver visto come ottenere prestiti facili a protestati e cattivi pagatori, vogliamo offrire alcuni esempi di finanziarie a cui rivolgersi per ottenere credito in caso di segnalazioni negative presso i registri informatici del circuito bancario.

Cessione del quinto e delega con Directafin

Iniziamo la nostra disamina con Directafin, che propone ai propri clienti segnalati come cattivi pagatori o protestati sia la cessione quinto che la delega di pagamento. Quest’ultima è riservata ai soli lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato, una tipologia di finanziamento che può essere affiancata alla cessione del quinto in modo da ottenere liquidità aggiuntiva, pagando una rata massima pari a due quinti dello stipendio netto. Vi sono però

delle limitazioni soprattutto i dipendenti di aziende private, per cui è necessario disporre di un TFR adeguato e una certa anzianità lavorativa per poter accedere al finanziamento. Anche per il prestito delega, come per la cessione del quinto, la trattenuta delle rate avviene direttamente in busta paga del dipendente o sul cedolino del pensionato, fungendo così da garanzia per gli istituti di credito e le società finanziarie per concedere il prestito ai cattivi pagatori: tuttavia a differenza della cessione del quinto normale, la delega di pagamento richiede obbligatoriamente l’autorizzazione a procedere del datore di lavoro.

Venendo all’offerta di Directafin, la proposta molto conveniente anche per i cattivi pagatori è di finanziamenti con TAN al 3,95 per cento, avendo possibilità di richiedere fino a 75.000 euro. In ogni caso si può compilare il form presente sul sito ufficiale per ottenere un preventivo di finanziamento entro poche ore.

Globalfin anche per prestiti cambializzati

Globalfin è un intermediario finanziario che opera sul web, e consente di effettuare una richiesta di preventivo per varie tipologie di finanziamenti senza che la richiesta venga segnalata nella banca dati Crif dei cattivi pagatori, in modo che in caso di esito negativo si possa esplorare altre opportunità di credito senza dover rimanere bloccati come prevede la normativa. Una volta effettuata la domanda si riceve la chiamata di un consulente, per valutare le offerte a disposizione nella propria situazione finanziaria, ed eventualmente fissare un appuntamento, anche a domicilio. Con Globalfin in genere si possono richiedere

  • Prestiti personali
  • Prestito consolidamento debiti
  • Prestiti cambializzati
  • Mutui  per acquisto casa, ristrutturazione, liquidità, surroga, sostituzione
  • Cessione del quinto dello stipendio o pensione
  • Delega di pagamento

Dunque protestati e cattivi pagatori, sia lavoratori dipendenti e pensionati che autonomi, possono trovare con questa società finanziaria soluzioni per reperire un capitale in breve tempo e con relativa facilità.

La cessione del quinto di Agos

Una delle più importanti società finanziarie che operano on line in Italia è Agos Ducato, attraverso cui richiedere la cessione del quinto come prestito facile per cattivi pagatori e protestati: Agos propone soluzioni infatti anche in caso di altri finanziamenti in essere ed eventuali precedenti difficoltà di accesso al credito, senza dover per questo ricorrere a un garante terzo coobbligato, che allungherebbe i tempi per un eventuale consenso alal domanda di finanziamento. La cessione del quinto Agos

propone TAN fisso e TAEG variabile a seconda dei casi e del tipo di richiesta. L’offerta attuale, valida fino al 31 dicembre 2018, propone un TAN al 4,91 per cento, che può subire variazioni solo in caso di richiesta in filiale, mentre resta su questo valore molto allettante in caso di inoltro della domanda di finanziamento on line.

Findomestic cessione del quinto

Altro istituto di credito che propone una cessione del quinto per dipendenti e pensionati molto conveniente è Findomestic, una delle società più all’avanguardia nell’ambito delle operazioni finanziarie on line, che consente di effettuare l’intera operazione in Rete, compreso invio dei documenti e sottoscrizione del contratto di finanziamento, in piena sicurezza grazie alla firma digitale. La cessione del quinto Findomestic propone zero spese per

  • Commissioni di intermediazione e gestione pratica
  • Imposta di bollo per comunicazioni periodiche
  • Imposta di bollo sostituiva
  • Commissioni per istruttoria pratica

Periodicamente Findomestic propone offerte di finanziamento a condizioni particolarmente vantaggiose: fino al 30 novembre 2018 propone

16.000 euro da rimborsare in 120 rate, con TAN fisso 5,80 per cento, TAEG fisso 5,95 per cento. Essendo una cessione del quinto ovviamente la rata mensile non può superare il 20 per cento del proprio stipendio o pensione, ma la sicurezza della modalità di rimborso consente l’erogazione a protestati e cattivi pagatori.

Piccolo prestito con cambiali con Credito Veloce

In ultimo presentiamo un’offerta di piccolo prestito con cambiali di Credito Veloce, che propone ai protestati e cattivi pagatori di poter ottenere

una cifra compresa tra 2000 e 5000 euro da rimborsare entro un massimo di 36 mesi (ammortamento minimo a 3 mesi), per tutti coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 75 anni. Vi sono però delle limitazioni riguardo le categorie di soggetti finanziabili: Credito Veloce non finanzia lavoratori autonomi, dipendenti con contratto interinale o a tempo determinato, dipendenti cassaintegrati, liberi professionisti, pensionati che percepiscono solo assegno di invalidità o assegni sociali.

Conclusioni

Come abbiamo visto l’argomento prestiti facili cattivi pagatori e protestati è alquanto spinoso, giacché vi sono sempre ostacoli, limitazioni e criticità varie per coloro che hanno avuto disguidi finanziari precedenti e sono stati segnalati presso il Crif o il Registro dei Protesti. Certamente vi sono metodologie più semplici di altre per ottenere credito: innanzitutto avere la possibilità di richiedere una cessione del quinto, oppure un prestito con cambiali, ognuna con proprie peculiarità e limitazioni di accesso, ma che almeno non prevedono l’ausilio della doppia firma con un garante, che allunga i tempi e rende più complessa la fase istruttoria. E poi vi è l’opportunità di ottenere credito in tempi più rapidi, quando si necessita urgentemente di liquidità, rivolgendosi agli istituti di credito e società finanziarie che operano on line. La vita è (relativamente) più semplice per lavoratori dipendenti e pensionati, ma con un po’di perseveranza nella ricerca è possibile trovare un prestito cambializzato per autonomi e liberi professionisti che hanno subito protesti o segnalazioni negative legate al mancato saldo delle rate di un precedente finanziamento.

Ti è piaciuto il post?