Prestiti cambializzati su internet per protestati e cattivi pagatori

I prestiti cambializzati sono pensati per coloro che hanno bisogno di denaro in fretta. Richiedendolo poi su internet, le tempistiche si dimezzano notevolmente. Infatti possiamo accorciare i tempi e abbattere i costi di commissione, scegliendo di fare richiesta online. In questa guida vedremo come ottenere un simile prestito, chi può richiederlo e tutti gli altri dettagli del caso.

Caratteristiche del prestito

Un prestito cambializzato permette al beneficiario di ottenere velocemente del denaro. Detti anche finanziamenti fiduciari, sono prestiti personali a tasso di interesse e rata mensile fissi. Non sono finalizzati, quindi il debitore non è tenuto a dichiarare in anticipo come intende spendere il denaro ricevuto. Il piano di rimborso può durare dai 24 ai 120 mesi, in base agli accordi presi in fase di sottoscrizione. Per risarcire il debito viene usato una sorta di assegno, chiamato cambiale. La cambiale è un atto esecutivo, attraverso il quale un individuo paga le rate mensili di un prestito. Questo titolo di credito ha cadenza mensile, ed è un documento ufficiale da stilare con molta attenzione. Un prestito cambializzato è perfetto per i protestati e i cattivi pagatori. Per loro è facile ottenere questo tipo di prestito, in quanto si pongono delle garanzie stabili nei confronti della banca.

Come compilare una cambiale?

Come accennato, la cambiale è un atto esecutivo e compilarla bene è molto importante. Bisogna prestare attenzione a diversi dettagli, in modo da non rendere nullo il documento. Per stilare l’atto in maniera adeguata, bisogna ricordare che:

  1. il beneficiario della cambiale, anche detto creditore, è colui che incassa la cambiale. Il creditore deve essere per forza di cose un soggetto fisico, o una società di persone, di capitali o a responsabilità limitata. Per poter riscuotere il denaro è necessario che il creditore possegga una partita iva con codice fiscale. Il beneficiario può decidere di incassare il denaro, o cedere la cambiale a terze parti tramite la “girata“. In caso di necessità, può richiedere un anticipo alla banca, e risarcirla al momento dell’incasso.
  2. la marca da bollo è obbligatoria su ogni cambiale. Il suo valore è pari al dodici per mille dell’importo totale. Tale marca deve avere la stessa data della cambiale, e non può essere successiva. Nel caso in cui ci fosse un difetto nella compilazione dell’atto, lo stesso perderebbe di valore rendendo la cambiale non più incassabile.

Al fine di rendere il pagamento effettivo, è bene compilare ogni campo in maniera minuziosa e attendibile. In caso contrario la cambiale è solo un pezzo di carta straccia privo di valore.

Chi ottiene il prestito?

Per poter accedere al finanziamento è necessario possedere alcuni semplici requisiti. Quelli indispensabili sono:

  • età compresa tra i 18 e i 70 anni (in casi eccezionali 80);
  • cittadinanza italiana, da almeno 24 mesi.

Inoltre bisogna fornire alla banca delle garanzie per poter ricevere il denaro. Ci sono molti tipi di garanzie che possiamo sfruttare, come una terza persona (garante), lo stipendio o un bene di valore. La garanzia deve essere consona all’importo richiesto. Nel dettaglio possono richiedere il prestito:

  1. i pensionati che possiedono una certificazione INPS;
  2. i lavoratori dipendenti con un TFR accantonato di almeno 24 mesi, e con regolare contratto di lavoro (meglio se a tempo indeterminato);
  3. i lavoratori autonomi, che dovranno presentare l’ultima dichiarazione dei redditi e sottoscrivere un’assicurazione;
  4. i disoccupati, se supportati da un garante.

Affidabilità del richiedente

Anche se ottenere un prestito cambializzato è abbastanza semplice, la banca prima di concederlo eseguirà dei controlli sul richiedente. Questo accade perché la finanziaria ha bisogno di fidarsi del debitore, per non incappare in investimenti sbagliati. I fattori decisivi su cui si indaga principalmente sono:

  1. si osserva la situazione finanziaria del richiedente. Si controlla se ci sono altri finanziamenti in corso, o se mensilmente ha troppe spese. In questo caso il finanziamento potrebbe non essere accordato;
  2. si prende in considerazione il reddito del richiedente, e l’anzianità lavorativa. Questo per potersi assicurare che il debitore risarcirà la banca.

Oltre questo, la banca eseguirà dei controlli sul passato del debitore. Se questo risulta protestato o cattivo pagatore la banca sarà restia a concedergli un prestito. Questo accade perché la banca non può far affidamento sul soggetto interessato. Nonostante questo molte banche concedono comunque prestiti a questi individui, se presentano delle garanzie solide.

Finanziarie online

Un modo facile e veloce di ottenere un prestito cambializzato è quello di farne domanda online. Per farlo è necessario recarsi sul sito internet della finanziaria prescelta, e seguire le indicazioni. Compilando un semplice modulo e allegando i documenti necessari, l’intera pratica richiederà pochi minuti. In questo modo dimezzeremo le tempistiche di lavorazione dell’atto. Una volta finita la domanda, questa verrà inviata alla banca istantaneamente. Questa inizierà subito a lavorarla, e ci darà esito nel giro di 24 ore. Per rendere effettivo l’atto è necessario comunque recarsi in sede, e firmare il contratto.

Le finanziarie online che concedono prestiti più velocemente sono:

  • Miglior Prestito, che concede soluzioni e prestiti anche a soggetti con un passato finanziario burrascoso;
  • IBL Banca, che ha tassi di interesse bassi e convenienti;
  • PrestitiSupermarket, concede prestiti in fretta;
  • SIPrestito, elargisce prestiti anche a lavoratori autonomi, disoccupati e casalinghe.

Tempistiche e informazioni sulla richiesta online

Come già accennato, accedendo al servizio online potremo ottenere un prestito in poche ore. Dal momento dell’invio della domanda, il richiedente avrà la somma di cui necessita nel giro di una decina di giorni. I soldi verranno versati al beneficiario in un’unica soluzione, tramite assegno circolare o bonifico bancario. In caso di estrema necessità, è possibile chiedere un anticipo di 4 o 5 giorni, che verrà consegnato all’intestatario tramite raccomandata. Chiedendo il prestito online non solo dimezzeremo le tempistiche di erogazione, ma abbatteremo anche i costi dell’operazione. La commissione di istruttoria percepita dalle banche è minima, a volte nulla. Il massimo che si può richiedere con questo tipo di prestito va dai 40 ai 60 mila euro. Tali cifre però si ottengono solo con ottime garanzie, e molto raramente. Se invece il valore del prestito non supera i 20 mila euro, la banca concederà di buon leva il finanziamento e pure in fretta.

Vantaggi e svantaggi

Alla luce di quanto detto, possiamo affermare che ottenere un prestito cambializzato online ha molti vantaggi, anche se a richiederlo sono protestati e cattivi pagatori. Tra questi, i pro più evidenti sono:

  1. tempistiche dimezzate, quindi il denaro di cui abbiamo bisogno ci arriverà più in fretta;
  2. costi dimezzati, in quanto l’intervento della banca è minimo;
  3. facilità di concessione, anche per protestati e cattivi pagatori;
  4. possibilità di domiciliare il prestito, e ricevere la somma direttamente a casa nostra.

L’unica nota negativa è rappresentata dal rischio di incappare in un ulteriore protesto. Essendo la cambiale un atto esecutivo, in caso di mancato pagamento verremo segnalati a chi di dovere. Si rischia di finire protestati, o segnalati alla lista CRIF.

Ti è piaciuto il post?